SSL: un vantaggio anche economico

Un’attenta gestione della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro non è solo un vantaggio per i lavoratori, ma anche per le aziende e lo Stato.

Recenti studi hanno dimostrato che le imprese che mettono in atto buone politiche di SSL ottengono risultati migliori, sia in termini di prestazioni che di redditività. Una cattiva gestione della SSL è quindi un danno per tutti: per i singoli dipendenti, per le aziende e per i sistemi sanitari nazionali.

Quando c’è cattiva gestione della SSL, lo stato deve far fronte a malattie e infortuni evitabili, e ciò comporta un dispendio di risorse che portebbero essere diversamente investite.

Diventa quindi importante una strategia nazionale relativa alla SSL, che presenta diversi vantaggi. Per esempio:

  • migliora la produttività grazie a un calo delle assenze per malattia;
  • riduce i costi dell’assistenza sanitaria;
  • mantiene in attività i dipendenti più anziani;
  • promuove metodi e tecnologie di lavoro più efficienti;
  • diminuisce il numero di persone che devono ridurre il proprio orario di lavoro per assistere un familiare.

I vantaggi per le aziende

Purtroppo è ancora idea diffusa che la SSL sia un costo per le aziende. La realtà è molto diversa: secondo gli studi di EU-Osha, per ogni euro investito in SSL si ha un ritorno economico di 2,2 euro. Quindi il rapporto costi-benefici è assolutamente proficuo.
Una buona strategia di SSL è positiva per imprese di qualunque dimensione, perché:

  • migliora la produttività dei dipendenti;
  • riduce l’assenteismo;
  • riduce le indennità;
  • soddisfa le esigenze dei contraenti del settore pubblico e di quello privato.

Per incoraggiare questo percorso, le imprese che investono in ambienti di lavoro sani e sicuri possono ottenere incentivi economici, tra i quali:

  • premi assicurativi inferiori;
  • sgravi fiscali;
  • sussidi e sovvenzioni statali.

Un esempio di buone pratiche

In Germania, molte aziende del settore della macelleria hanno messo in atto un programma di promozione della sicurezza, con corsi di formazione rivolti ai dipendenti e l’acquisto di strumenti di lavoro più sicuri. Le imprese che hanno aderito a questo programma hanno beneficiato di premi assicurativi ridotti. Inoltre, hanno ottenuto i seguenti risultati:

  • 1.000 incidenti riferiti in meno all’anno in Germania, relativamente al settore;
  • una riduzione dei costi valutata in 40 milioni di euro in sei anni;
  • un risparmio pari a 4,81 euro per ogni euro investito.

Sistemi di questo tipo diventano quindi un vantaggio anche per gli assicuratori, perché si riducono il numero, la gravità e il costo degli incidenti sul lavoro.

Posted on: Dicembre 20, 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *